sabato 30 luglio 2011

Lo shopping è la migliore medicina.

Che ve ne pare? Ok, magari non piaceranno, ma io me ne sono innamorata subito...è da maggio che sono entrate nel mio cuore, ma la testa e soprattutto il prezzo mi hanno fatto desistere...ma quando oggi le ho trovate al 50 %, beh mica potevo farmele sfuggire :)

Doveva essere un pomeriggio di shopping intenso, invece sono riuscita a portarmi a casa solo questo paio di scarpe...purtroppo le taglie rimaste sono tutte per anoressiche e in più agosto non è ancora arrivato, ma i negozi per metà sono pieni della nuova collezione...quindi fate un pò voi!

Mantra

SvuotareLaTesta.EvitareDiPensare.

venerdì 29 luglio 2011

Apatia alle 8 di mattina.


Stanotte non ho dormito. Ho fatto aerobica nel letto, passando da un lato all'altro con l'agilità di una lepre a partire dalle due. Ho i nervi esaltati e un'apatia incredibile addosso.
Mi detesto e non potete immaginare quanto. Mi piacerebbe avere il tasto "invisibile" per scomparire un pò dalla circolazione, per cancellare tutti, ma proprio tutti, i contatti con il mondo.
Non mi piace lamentarmi ma da qualche mese a questa parte la mia vita fa letteralmente schifo.
E poi oggi come se tutto questo non bastasse....ci si è messo pure il tempo.

giovedì 28 luglio 2011

On air #18



Ho scoperto questa canzone solo pochi minuti fa ed è già in loop nella mia testa.
Vorrei dedicargliela, canticchiargli (possibilmente non stonando)

porterò dentro di me il sapore
Delle tue labbra morbide contro le mie
Mi lascio andare dentro te e mi perdo
Senza bisogno di parole
Ovunque andrai
Coltiverò dentro di me il tuo sguardo
Non lascerò che il tempo lo cancelli ed io
Non alzerò più gli occhi per paura di rovinare tutto
Ovunque andrai
Restiamo ancora qui
Solo a scambiarci tutti gli sguardi del mondo
Cercando qualcosa da darsi
Anche se non cè più niente e sembra che tutto ci è contro

Invece non posso far altro che ascoltarla, incassare l'ennesima delusione e pensare solo a quanto quel momento mi ha lasciato un sorriso e un sussulto sul cuore.
Non posso averti, non puoi avermi, scendere a compromessi è qualcosa che la nostra mente non contempla.

mercoledì 27 luglio 2011

Vieni a ballare in Puglia.

L'estate, la mia estate, non comincia nel migliore dei modi.
L'esame non è andato e io mi sento una fallita dalle proporzioni cosmiche.

Devo smaltire la tensione, in questi giorni ne ho accumulata molto. E le mie mani possono dimostrarlo. Ho le dita mangiucchiate che implorano pietà. La testa alleviata da novalgina e oki.

Ma è estate, cavolo.
Io voglio rilassarmi, svuotare la testa dai pensieri, e godermi anche solo per un pò questo sole.
Ho voglia di vestitini scollati, di serate in spiaggia e di balli sfrenati.
Per una settimana voglio vivere senza freni.

sabato 23 luglio 2011

Ultimo weekend di stress.

Ho ancora una mole di lavoro da ripetere.
Darò questo esame con un'entropia nella testa pari ad infinito. Ma DEVO darlo.
L'unica cosa che mi consola è che questo è l'ultimo weekend che passo sui libri, poi da giovedì sarà estate anche per me.
Stasera cercherò di staccare con il concerto dei Subsonica- pioggia permettendo.
Ma non vi nascondo che l'ansia è a mille.

mercoledì 20 luglio 2011

Chi ha inventato il mito di Barbie e Ken?

Sono cresciuta con il mito di Barbie e Ken, almeno fino ai 6 anni. Poi da quando sono andata alle elementari un pò di cose -per fortuna- sono cambiate (mi interessavano i pattini, i giochi di società e la bicicletta). Ma ricevere ad ogni festa (Natale e compleanni) una Barbie per 6 anni di fila, forse qualcuno in più, è stato davvero un trauma e me ne accorgo solo ora, 20 anni dopo.

Innanzitutto nessuno mi ha mai regalato Ken. Quindi immaginate le mie povere Barbie ad aspettare il loro amato. Ogni tanto avevano qualche storia fugace quando giocavo con le mie amiche (che vantavano il fatto di possedere un Ken, che ovviamente si faceva tutte indistintamente).

Ma escludendo il lato tragicomico della situazione, il vero trauma è stato quello di crescere con l'idea che potesse esistere l'uomo perfetto, bello,intelligente, affascinante (più o meno come Ken) con il quale sposarsi e fare tanti figli. Perchè diciamocelo....per me questo è stato davvero un trauma!

Premetto che ho un'idea molto personale del rapporto di coppia e del matrimonio, condivisibile o meno, ma credo pochissimo al motto due cuori e una capanna. Eppure oggi mi sono sentita una fallita- tra molte virgolette- perchè sono rimasta paralizzata davanti al pc a vedere le foto di mie coetanee (25 anni) con sbrillocchi al dito, abiti bianchi e mariti al seguito. Fallita perchè a 25 anni, tra tutte le cose che non vanno, ci si mette pure questa enorme lacuna sentimentale che comincia a pesare come non mai. Rinnego da secoli il fatto che non sto cercando l'anima gemella, ma se ci fosse...beh non è che mi farebbe schifo.
I pregi della solitudine sono molti, ma dopo 3 anni cominciano a farsi sentire anche i difetti. E' anche vero che se tutto filasse liscio (università, vita relazionale, amici, famiglia, lavoro, passioni) questa esigenza di trovarmi a tutti i costi un fidanzato non la sentirei affatto.

Ed ecco qui Barbie e Ken. Quei due esserini di plastica con la vita perfetta, cucita addosso grazie alla fantasia di noi bambine, lei con quel sorriso bianco che più bianco non si può, lui stallone con i pettorali più belli di questo mondo e i capelli laccati,che si baciano, si amano e si sposano. E tu che cresci con questo trauma, che trauma a 6 anni non è, ma è semplicemente un sogno che porti dentro fino a quando la vita non ti fa sbattere la testa al muro e ti dice che la realtà dei fatti non ha niente a che vedere con Barbie e Ken, proprio come è successo a me.

martedì 19 luglio 2011

Sono fuori dal tunnel del divertimento.

E da un bel pò direi.
Manca una settimana, poi ultimo esame di questa triste sessione estiva.
Intanto il caldo risucchia tutte le mie energie, il tirocinio ha spazzato via dalla mia testa il termine cazzeggio-relax-tempo libero, l'estate sembra un miraggio.
E ora, tanto per cambiare, ritorno al mio dovere.

[Fuori dal tunnel - Caparezza]

sabato 16 luglio 2011

Dove vai in vacanza?

Ormai tutti non fanno altro che parlare di vacanza. 
"Mi aspetta Barcellona, vado una settimana in montagna, io a Londra, noi partiamo per l'America"...
Insomma tutti hanno deciso dove andare, io invece sono ancora qui che con il caldo e di sabato mattina mi alzo presto per studiare...

Per non parlare della mia bacheca di facebook: metà dei miei amici sono al concerto di Ligabue- Campovolo, ci sono già le prime foto online...ma io dico, con questo caldo, sarà pure un'emozione indescrivibile, ma chi ve lo fa fare? 
Non prendetemi come snob, anch'io l'anno scorso ci sono stata ad un suo concerto, all'Olimpico, ma con il caldo che c'è, non avrei minimamente ripetuto l'esperienza. Ma de gustibus...

E poi quelli che sono in vacanza da una vita...che da un lato invidio, ma dall'altro mi fanno solo pena per come sprecano il loro tempo a raccontare nei propri status i loro weekend dissoluti...
Volete un esempio? Ecco cosa scrive una mia "amica": e anche questo venerdì ho esagerato: finita senza pantaloni e senza maglietta dietro il bancone di xxx (nome di un locale)...
Io mi vergognerei e non le scriverei manco se mi pagassero certe cose...ma vabbè, a volte mi dico che l'aliena sono io.

Comunque ritornando al discorso vacanze, quest'estate non ho ancora deciso che fare. Il tempo a disposizione è poco, gli esami di settembre sono vicini e ad agosto non avrò molti giorni per starmene a pancia all'aria. Ho deciso di prendermi una settimana, la prima di agosto per staccare un pò da tutto e tutti...
Il luogo non è ancora stabilito, ma con i fondi monetari scarsi credo proprio che rimarrò qua in Puglia, in fondo il mare è a due passi da me, organizzerò solo qualche uscita in giornata, o al massimo un weekend. 
Poi a tutto questo si aggiunge il fatto che ho davvero poca voglia e poco tempo per organizzare qualcosa. Lo studio e il tirocinio cominciato da poco mi stanno portando via tutte le forze a disposizione. L'unica nota positiva è che tra 10 giorni sarà tutto finito.

E voi dove andate in vacanza?
So che con questa domanda mi faccio del male da sola, ma almeno mi rendo partecipe dei vostri relax! 
Un abbraccio e buona giornata a tutti!

mercoledì 13 luglio 2011

Post-it #7

Fa caldo, io me ne sto in casa con un vestito verde italia che farebbe schifo pure ai topi (ma non so con quale coraggio l'ho comprato), i capelli arruffati, gli occhiali, delle infradito improponibili...suonano alla porta. 
E' l'elettricista. E non uno qualunque. Avrei voluto sotterrarmi dalla vergogna.
Come al solito quando incontri qualcuno è sempre nel momento meno opportuno!

martedì 12 luglio 2011

lunedì 11 luglio 2011

Esiste la vera felicità?

Domande esistenziali che ti prendono la sera prima di andare a letto.

ESISTE LA VERA FELICITA' ? 

(la domanda nasce da un video che ho visto in cui una suora diceva che la vera felicità esiste ed è quella che il Signore ha scelto per lei. E' sempre colpa delle suore! )

domenica 10 luglio 2011

E' domenica.

Chi al mare, chi in piscina, chi in montagna, chi comodamente sdraiato sul divano con aria condizionata annessa, chi sperduto tra i negozi di un centro commerciale, chi in giro per capitali europee, chi a far l'amore (beato lui), chi ancora in trans per un sabato da sballo, e chi come me a lottare contro il caldo ripiegata sui libri.
E' domenica, nuvole di pensieri devastano il mio cuore, mentre io me ne sto zitta, in silenzio a sopportare le urla dei vicini e di due sfacciati ubriaconi che si dimenano sotto il bar di casa.
Le cicale graffiano questa afa pomeridiana e io a stento cerco di ricordarmi il sapore della tua pelle sulla mia.
Ho deciso di sparire, senza di te potrò stare bene. Non mi servi, non mi servono le tue paure, le tue incertezze, le tue difese. Sono già troppe le mie.
Non vivrò nessuna attesa, farò finta di non averti mai conosciuto, e se un giorno verrai a bussare, ti aprirò solo se non sarò indaffarata.
E ora ancora qualche altra pagina, una sigaretta e un gelato per salvarmi da questo caldo.

Fuori come un balcone.

A quanto pare dopo Laura Scimone, Gemma del Sud, ora c'è lui.
E' proprio vero che la madre degli imbecilli è sempre incinta.
Ma facciamoci due risate và!


sabato 9 luglio 2011

Ho disperatamente bisogno di una vacanza.


Ho un disperato bisogno di una vacanza.
Anche in solitaria, ma ne ho bisogno.
Staccare, prendermi del tempo per me, divertirmi, ritornare a sentire il sapore di un moijto in bocca e di una sigaretta sulle labbra.
Il calore del sole sulla pelle, la bellezza dei tramonti, le passeggiate senza sosta in riva al mare e la leggerezza di una testa priva di pensieri.
Sto impazzendo e tutto intorno non fa che complicare questo mio stato altalenante.

venerdì 8 luglio 2011

Il paradosso.

458 contatti  facebook e poi per uscire in compagnia una sera si fa una fatica enorme.
Il paradosso di questo mondo virtuale.

mercoledì 6 luglio 2011

Profumo di tesi.

Oggi ho cominciato l'esperienza del tirocinio in università.
Ho sentito per la prima volta la frase "la tua tesi sarà su..."
Paure, aspettative, attese, emozioni contrastanti, stomaco chiuso e allo stesso tempo sospiri di sollievo per qualcosa di amorfo che invece ora comincia a concretizzarsi.
Sembrerà banale questo pensiero, ma forse ora sto entrando nel mondo dei grandi, ecco spiegate le paure e le lacrime di queste ultime settimane.
Mancano 4 esami, 150 ore di tirocinio e una tesi da scrivere.
Vorrei concludere questo 2011 mettendo fine a questo triste capitolo che è stata la scelta universitaria.
Spero solo di riuscirci.

PS. mi scuso in anticipo se sono un pò assente dalla vostre vite virtuali, ma la stanchezza che mi porto dietro è davvero tanta!

martedì 5 luglio 2011

Post-it #6

"Come sei bella oggi"

Oggi ho trovato il dottore particolarmente predisposto a smancerie.
Era in vena di complimenti (vedi sopra), sorrisi e battutine.
Mah...vedremo.

lunedì 4 luglio 2011

E se il mattino ti svegli con un sorriso...

...la sera vai a letto con le lacrime.
Sono triste, lo so, chiedo perdono in anticipo per la rottura di maroni e la monotematicità dei miei post. Ma neanche per me è facile convivere con questi sbalzi d'umore e con la tristezza che mi assale e non mi lascia in pace.
Dicevo che sono triste, per due motivi.
Stasera io e il dottore ci siamo fatti un caffè, niente di particolare da raccontare. Il tutto si muove in un limbo e spero che la cosa prenda una direzione altrimenti mollo tutto e me ne vado a Bora Bora. 



Poi stasera ho salutato la mia migliore amica che parte e starà via 3 mesi. E quindi potete immaginare lo straccio vileda che vi sta scrivendo. Quest'estate mi fa paura, questa solitudine che sento mi svuota e voglio solo cercare di sopravvivere.

Buonanotte, vi lascio la canzone che mi accompagna questa sera: 

Piccole soddisfazioni, piccoli sassolini in meno.


Togliersi ogni tanto qualche sassolino dalla scarpa fa bene. Anzi fa più che bene.

Prima che voi pensiate che io sia una pazza che si è svegliata con un pensiero così banale degno di un post a prima mattina, faccio una piccolissima premessa.

Ormai avrete capito che il mio radar per gli uomini sbagliati funziona più che bene. E a confermare questa tesi c'è il fatto che l'estate scorsa ho conosciuto un ragazzo (ne ho parlato qui), direi affascinante e sorprendente come una bel pacco di regalo, ma che una volta scartato ho pensato bene di buttare direttamente nell'archivio "tu non fai per me". Insomma stessa sensazione che si prova quando ti regalano un uovo di Pasqua gigante e dentro ci trovi una sorpresa di merda, almeno ti resta la consolazione di mangiarti del buon cioccolato. Solo che a me neanche quello, ma va bè.

Dicevo che ho conosciuto questa persona, ci siamo frequentate, e quando sembrava che qualcosa stesse iniziando, il tipo si è tirato indietro con un "Ti vedo come amica, non vorrei rovinare il nostro rapporto". Allora tu che fai? Innamorata persa come ero, mi impongo una dose di autocontrollo e razionalità e dico Va bene. [Alla fine meglio così, perchè non è proprio il tipo che faceva e fa per me- e non dico questo solo per essermi beccata un NO].

Restiamo amici, ma l'amicizia il ragazzo non sa neanche su quale pianeta abita. Glielo dico più volte che per essere amico di qualcuno il rapporto devi coltivarlo, altrimenti muore. Insomma non si possono trattenere relazioni andando avanti con caffè più o meno mensili.
E siccome anch'io non sempre sono brava a dire NO, ogni tanto ci vediamo, ma come amici (meglio precisare, non si sa mai il tipo passi di qui e gli venga un colpo).
E ieri è stata una di quelle...ma non sapete che soddisfazione quando ho tirato fuori tutto quello che pensavo di lui, aiutata da una mia amica che confermava le mie tesi:

Sei superficiale, non puoi avere 100mila rapporti con donne diverse e poi non coltivarne neanche uno in profondità, ti voglio bene come amica ma non mettermi nel tuo harem, non credere che i rapporti si mantengano vivi con un contentino che arriva una volta al mese perchè io di questo non ho bisogno.


Questo più o meno in sintesi quello che gli ho detto, usando proprio queste parole. Lui ovviamente credo ne abbia risentito, ma l'abbraccio a fine serata penso che sia stata la prova che gli voglio bene sul serio e che se mi permetto questo è solo per il mio e suo bene.

Io ovviamente sono tornata a casa con un peso sul cuore in meno e davvero soddisfatta.

Buona giornata!

sabato 2 luglio 2011

Sai cos'è la sconfidenza?


sconfidènza s. f. [der. di confidenza, col pref. s- (nel sign. 1)], letter. e raro. – Mancanza di fede, di fiducia, di confidenza: l’accidia, tanto di far bene quanto di far male, era radicata nella più profonda s. della sorte, nel concetto che nulla potesse avvenire, che vano sarebbe stato ogni sforzo per scuotere l’abbandono desolato, in cui giacevano non soltanto gli animi, ma anche tutte le cose (Pirandello). 
[Dizionario Treccani online]

Questa è la definizione di sconfidenza secondo il dizionario.
Per me la sconfidenza è esattamente lo stato d'animo che ho addosso stamattina : apatia, voglia di far nulla, nostalgia, tristezza,noia, pessimismo cosmico, umore sul depressivo andante, insomma un concentrato di forze negative.
Come vincere tutto questo?
Non lo so, ma meno male che oggi cominciano i saldi, mi consolerò con lo shopping, visto che non posso farlo con altro.

venerdì 1 luglio 2011

Con tutti i posti del mondo...

Ieri sera esco con due mie amiche.
Decidiamo di mangiarci un pezzo di pizza in riva al mare dopo il temporale.
Scegliamo una spiaggia a cavolo, solo perchè è quella più vicina alla pizzeria, non considerando che anche un pò la spiaggia dove si fermano alcune coppiette (ma vi posso assicurare che non è un luogo buio, assolutamente no! E' solo lontano dal centro abitato).
Ma la scelta è così a cavolo che dopo 5 minuti arriva un mio "ex" si ferma con la macchina e salta addosso alla ragazza che è insieme a lui!
Ne vogliamo parlare? Ma con tutti i posti del mondo che ci sono, dovevi venire a rivoltarmi lo stomaco proprio mentre avevo deciso di mangiarmi una pizza in santa pace?

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...