Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2014

Uno di quei post che non hanno titolo.

Sono belle le giornate in cui in laboratorio c’è poco da lavorare e puoi gestirti il tempo come vuoi.  Oggi ho studiato, non tanto in verità, perché ogni tanto spuntava fuori qualcosa da fare. E poi ho scritto sulla mia Moleskine, ho ascoltato un sacco gli Afterhours come ai vecchi tempi, mi sono distratta guardando le montagne dalla finestra, ho fantasticato parecchio sulla vita che non ho.  Ecco, oggi ho pensato spesso proprio a questo. Alla vita che non ho. A volte, mi capita di pensare che la vita che sogno e immagino per me non sia possibile. Eppure non pretendo troppo. Non aspiro a felicità passeggere, né a quelle eterne. Perché si sa, la felicità è solo un’invenzione per tenerci sempre attivi, pronti a costruire e fantasticare. Vorrei qualcosa di più semplice. Vorrei amare ed essere amata. Lasciare andare tutti i pensieri negativi, guarire dalle mie fissazioni e ossessioni, curare le mie ferite ed essere più serena.  Ieri sera, mentre parlavo con la mia coinquilina, l