Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2012

Di quelle cose che non ti aspetti.

Ieri un mio ex compagno di liceo è diventato prete. La cerimonia era alle 19.30. Io sono uscita alle 21.15 da casa. Fate un po' voi. Arrivo in basilica, con la speranza che sia tutto finito, così posso dare gli auguri e andare via. No. E mica può essere tutto semplice per la sottoscritta. [ Sono una bruttissima persona, ma scusatemi, io a certe cose....proprio no. ] Per fortuna c'era qualche superstite, compagno di buona sventura, che come me ha partecipato alla cerimonia. E le chiacchiere prendono il sopravvento. La messa finisce e comincia un'altra cerimonia. Quella dei saluti e dei Ciao come stai? Domanda inutile. Stai come me, e ci scappa da ridere. E insomma nell'ordine incontro: la mamma del mio amico, prossimo prete anche lui; il mio prof di filosofia che mi abbraccia e mi dice la mia bellissima  [ o Prof. tu sì che sai come tirarmi su il morale ] e indicandomi alla figlia fa: Vedi, lei è l'artefice di quel cd di De André. Ma davvero? Ormai

Random.

Immagine
Sono dell'idea che le persone più pericolose sono quelle che lasciano dei vuoti. Non quelle che ti prendono in giro, quelle che ti usano, quelle che si dimenticano di te. Può capitare tutto questo. Ma quando vivi qualcuno e poi ne rimane solo il vuoto, quello è il pericolo peggiore. [deliri febbricitanti della sottoscritta] 

iNpEnSiErO

Se prendessi il mio cuore e lo strizzassi, qualche goccia di te uscirebbe. Ne sono certa. Perché il sentimento è labile, ma il ricordo persiste. [ All flowers in time bend towards the sun - Jeff Buckley & Elizabeth Fraser ]

Odio.

Immagine
La superficialità. Quelli che non attraversano sulle strisce pedonali. I precisini di stocazzo . Quelli che ti incontrano e ti dicono ma sei ingrassata? I presuntuosi e pieni di sé. Gli incoerenti. Chi cerca sempre di coinvolgermi in situazioni in cui non c'entro assolutamente nulla. I semi dell'anguria che puntualmente ingoio. Il tizio del bar sotto casa che mi saluta sbracciandosi davanti a sua moglie (che ovviamente non saluta). Quelli che non riescono a schierarsi. Chi non è puntuale. I vostri abiti da sposa orrendi sbandierati su facebook. Sposarsi con un abito normale, magari jeans e maglietta, no? E mi fermo qua per oggi.

La mia generosità del piffero.

Premessa. Ieri pomeriggio nel mio quartiere hanno organizzato dei giochi (una specie di giochi senza frontiere) aperta a tutti i bambini/giovani/anziani e così via del quartiere. A questa iniziativa hanno partecipato un gruppo di giovani africani del centro immigrati della mia città. Io mi sono trovata a passare per caso di lì con una mia amica. E va beh ciao ciao , come stai , oh ma che ridere , ma come ti trovi , stai aspettando il permesso , e così via. Me ne vado. Cosa succede. Mentre torno a casa prima della partita [vista in casa di un inglese-che goduria :D] incontro per strada due di loro con il responsabile del centro [credo sia il responsabile]. Ero in macchina e non so per quale motivo mi fermano. Io immagino vogliano un passaggio visto che il centro è un po' fuori città. Accosto. E' lei? [Il responsabile mi indica e io comincio a bestemmiare dicendo tra me e me e questi ora che vogliono? ] Il tipo nero mi guarda perplesso, si abbassa gli occhiali e mi da

Ho un orologio biologico che fa schifo.

Immagine
Ho un orologio biologico che fa schifo. Lo ammetto. E oggi sa quanto ho bestemmiato. Poverino. Ma, insomma, se mi facesse dormire gliene sarei grata, che non ho mica 15anni. E delle otto ore ho bisogno anch'io. Almeno nel weekend. Almeno quando faccio nottata e ballo fino a chiusura della pista. Stanotte ho fatto l'alba, avrò chiuso occhio in un tempo indefinito tra le 5.30 e le 6, e indovinate a che ora li ho riaperti? 7.41. Si proprio così. Ovviamente non avevo nessuna intenzione di alzarmi. Dai cazzo, Michi, non vorrai alzarti a quest'ora?! E allora proviamo a dormire un altro po'. Ma proprio un'altro po'. Perché alle 9.30 ero lì che mi preparavo il caffè. Cristo Santo. Quindi facendo un po' i conti, ho dormito più o meno 4 ore. 4 ore dico. E poi mi chiedo perché ho delle occhiaie che sembro un Panda. Ma cosa posso farci?

Anche per correre ci vuole stile.

Immagine
Premessa numero 1. Chi scrive non è una maratoneta di professione nè vuole diventarlo. Mi piace correre e lo faccio essenzialmente per due motivi:  perché lo sport fa bene al corpo e alla testa. E poi correre mi aiuta a scaricare tutta la tensione che accumulo. Ah per la cronaca, io quando corro partorisco pensieri degni di premio Nobel. Giuro. Peccato che poi torno a casa e dimentico tutto quello che il criceto del mio cervello è stato in grado di elaborare. Premessa numero 2. Non sono una fashion blogger, seguo la moda a tratti e lungi da me fare un trattato sull'abbigliamento sportivo. Però.  Però urgono delle precisazioni. O meglio io ho dei dubbi. Ma DUBBI SERI. Tipo domande che mi lasciano perplessa ogni volta che metto piede sulla litoranea. Io corro dai 30 ai 40 minuti per 3 volte a settimana quando riesco, altrimenti 2, per un totale di 5-6 km a corsa. Indosso le mie Nike running, e sottolineo running , comprate proprio per correre, leggins corti (da sotto il

Maturità t'avessi preso prima

Sono passati 7 anni, ma ho ricordi ancora vivi dei miei esami di stato. Nonostante lo stress e le mille preoccupazioni, posso dire e confermare che il periodo degli esami di stato è stato uno dei momenti più belli della mia vita. Non è stato un periodo semplice, lo ammetto, e non solo per via dello studio, ma alla fine ne sono uscita pienamente soddisfatta. Gli ultimi due mesi di scuola sono stati un incubo in tutti i sensi: lo stress per la tesina, problemi a casa e infine la (prima seria) rottura con il mio ex storico. [Come sempre i guai non vengono mai da soli!]. Studiare e concentrarmi non è stato affatto semplice, vivevo in isolamento e vedevo mia madre solo per il pranzo, il caffè e prima di andare a letto. Avevo quasi sempre il telefono spento [per evitare di rispondere al mio ex che mi assillava] ed era bandita ogni forma di vita sociale, ad eccezione del weekend. La prova di italiano è stata uno spasso. Ero tranquillissima, non avrei mai fatto l'analisi del testo. Tr

On air #49

Immagine
Oggi mi disconosco. Noia. Umore altalenante. Sonno. Pigrizia. Confusione mentale. E non. Inconcludente. Voglia di fare e non fare. Indecisione. Incertezze. Scazzi. Ok, smetto perché la lista potrebbe essere lunga. E allora me ne vado al mare, tanto per cambiare.

[Film] 500 Giorni insieme

Immagine
‎- Solo che, diciamolo... Mi mette a disagio essere la ragazza di qualcuno. Anzi, mi mette a disagio essere di qualcuno in generale! Ecco... - Scusa, ma non riesco a seguirti... - Sul serio? - Ahah, ok, d'accordo, cerco di spiegarmi meglio... - Illuminaci! - Allora... La sottoscritta ama stare per conto suo.  Il rapporto di coppia è un inferno, si finisce sempre per farsi male. Quindi perché soffrire? Siamo giovani, viviamo in una delle più belle città del mondo quindi finché si può tanto vale godersela! Per le cose serie c'è sempre tempo, non vi pare?  - Domanda. Che succede se per caso ti innamori?  - Non dirmi che ci credi. Ci credi?  - Sto parlando dell'amore, mica di Babbo Natale.  - Va bene, ma almeno spiegami cosa vuol dire. Ho avuto diverse storie nella vita, eppure non l'ho mai visto ti assicuro.  - Forse...  - E un'infinità di coppie sposate oggi divorziano. I miei per esempio.  - Beh si anche i miei ma...  - Io penso che la signorina faccia i

Don’t forget that change will save you*

Immagine
Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo [Gandhi] . Molti pensano che per cambiare il mondo siano necessarie grandi imprese. Io per esempio no. Cioè, sono necessarie anche quelle, ma anche no. Ho sempre dato importanza alle piccole cose, alla semplicità e alla genuinità dei gesti che nascono dal cuore. Non da quello strato superficiale di cardiomiociti che tutti abbiamo, ma da quelli più interni, quelli che devono lavorare di più per far battere e contrarre quell'organo grande quanto un pugno. E così in questi giorni, in realtà in queste due ultime settimane- facciamo 3 va' , ho cominciato a stilare una lista di buoni propositi che, ok non cambieranno e salveranno il mondo , ma di sicuro potrebbero cambiare il mio. Innanzitutto, con molta difficoltà, sto cambiando le mie abitudini alimentari [ieri per esempio ho sgarrato alla grande con pranzo in famiglia e cena post-teatro, però mi impegno a farlo sempre di meno]: - cibo spazzatura, - carboidrati complessi, - carn

Piccolo promemoria.

Scusate oggi salgo sulla sedia (quella dell' Ikea che avete in cucina,che magari poi si rompe visto il fisicaccio che mi ritrovo). Un po' come fanno i bambini quando devono recitare la poesia di Natale per ricevere i soldini dai nonni (io almeno facevo così quando ero piccola). E vi dico che oggi è il mio onomastico .  Si, va beh non è mica un compleanno. E poi io di santo non c'ho niente. Però mi piacciono questi giorni così, in cui qualcuno si ricorda di te . In cui qualcuno che non senti da mesi e mesi ti chiama all'alba beccandoti con quella voce assonnata che proprio...ciao. [Erano le 9 meno un quarto ma ero sveglia da meno di due ore, ergo le sinapsi non funzionavano benissimo, da qui la collocazione delle 9 meno un quarto come alba ]. In cui ricevi sms, auguri sulla tua bacheca di facebook e messaggi in posta privata e...e rimani sorpresa .  Perché sembra che a questo santo ci credono tutti, tranne che tu. Persino tua nonna sembra più convince

Margherita Hack.

Immagine
Ci sono poche donne le cui vite riescono a scuotermi, emozionarmi, farmi commuovere. Dopo Alda Merini , Margherita Hack è una di queste. La sua anima così pulita e così profonda mi ha sempre affascinato, sin dai tempi del liceo... ...che dire, io vorrei arrivare a 90 anni e avere anche un briciolo della sua intelligenza. Auguri Margherita! [ qui potete trovare un piccolissimo riassunto di quello che è ed è stata Margherita Hack]

XX

Immagine
Sono una donna, non sono una santa. E va beh, non voglio mica mettermi a cantare, anche perché sono out of tune . Però c'è qualcuno che si diverte a mettermi alla prova, quasi volesse donarmi un'aureola come premio di consolazione. La chiamano vita .  E io ci credo. Però sono stufa.  Sono stufa di queste continue prove che non fanno altro che aumentare la dose di incazzatura che mi porto dietro da anni. E oggi, sì so che non è molto poetico e che se mi concentro so fare di meglio , ma oggi mentre lavavo i piatti e bestemmiavo gli dei dell'Olimpo per il mal di schiena, pensavo che sono anni che continuo ad essere incazzata con il mondo intero, che non è stato per un attimo clemente con la sottoscritta. Ok, non è da me lamentarmi, infondo non c'è niente che non va: sono giovane, carina e intelligente ...uhm, no, non sto parlando di me, ma di quella che vorrei essere.  In ogni caso, davvero ringrazio di essere quella che sono...insomma a parte una paratiroid

Incantevole.

Immagine
Voglio che questo giorno sia così.

Facciamo finta che...

Immagine
...John sia a casa mia, prenda una chitarra e si sieda di fronte a me, che sono stravaccata sul divano in canotta e pantaloni della tuta. Questo ragazzo dalla faccia troppo ( troppo ) pulita, prende i suoi accordi e mi dedica questa canzone bellissima, poi io lo guardo, lui mi guarda, io sorrido, lui canta... ...e vabbè sognare non costa nulla... E' solo che cercavo una canzone per questo sabato mattina. PS. Scusate, ho dimenticato di presentarvi il mio nuovo amore . Abbiamo una storia (ovviamente lui non lo sa), ennesimo amore non corrisposto, ma sono sicura che prima o poi anche lui si innamorerà di me #credici PPS. Al momento è un amore...come dire... platonico/musicale . Lui non rientra in quel prototipo di uomo appetibile ...però se passa a trovarmi mica dico NO! :D

Piccoli biotecnologi crescono.

Immagine
So che a voi questa immagine non dice nulla, ma vi presento il frutto del laboratorio di oggi. Un applauso per favore :D scherzo, ovviamente...anche perché sono un'asina patentata! Però di questo mio lavoretto sono fiera...insomma non è un mistero che a me la genetica piace (soprattutto quella medica legata allo studio delle malattie o dei tumori), e in questi giorni dove ho giocato a fare i cariotipi di soggetti normali e non, mi sono appassionata...finalmente qualcosa CHE MI PIACE in questa facoltà l'ho trovata! Comunque per farla breve questo è un esperimento di mappatura in cui-vedete quei puntini rossi?- dovevamo capire su quale cromosoma mappano le sonde (i puntini rossi appunto), e io ho indovinato al primo colpo...(cazzate ovviamente per un citogenetista) ma vuoi mettere che sei la prima nel gruppo a finire e finisci anche bene quello che ti spetta? Non fa niente che mi sono beccata un cazzotto in testa (molto soft) dalla prof perché ho detto che la sonda mappav

Adesso siamo solo amici.

Mi guardo allo specchio e mi chiedo come sto. La mia faccia parla chiaro: sono sotto stress. Altrimenti questo sfogo di gioventù manco fossi un 14enne non si spiegherebbe. Sto, sono, penso, cammino, studio, bevo (tanto), mangio (qui meglio non mettere le quantità altrimenti mi fucilo da sola), scrivo, ascolto,twitto, osservo, vivo. Un po' in stand-by, un po' in fase di work in progress. Ora non so perché vi sto facendo la telecronaca delle mie azioni giornaliere, quando in realtà questo post voleva parlare di altro. E magari lo faccio senza troppi preamboli e giri di parole. Insomma io e #ssa ci siamo rivisti. Che culo. Un incontro che rimandavo (o che rimandavamo?) da tempo, al quale alla fine ho ceduto. E niente sono contenta.  Perché a me gli uomini che mi diventano amici dopo rapporti che non ingranano mi piacciono ancora di più. La vedo come una forma di maturità. Non siamo diventati amanti, costruiamo altro. Poi magari sarò anche deviata nei miei pensieri,

Lunedì.

E' una di quelle mattine dove ti svegli, doccia, musica selezionata con delicata cura,accappatoio, piedi nudi e tazza bollente di caffè tra le mani... ...poi realizzi che è lunedì. Sì, proprio così, e non c'è tempo per la lentezza. Devi correre perché è lunedì. Devi rimetterti in carreggiata perché le cose da fare sono tante e non hai tempo. Ma io mi concedo ugualmente momenti di lentezza, sorseggio il caffè al balcone respirando il silenzio di un mattino di inizio estate. Pianifico la settimana e penso a come rimanere a galla, tra esami, consegne e pensieri che non lasciano scampo. [ 2Wicky- Hooverphonic ]

On air #48

Immagine
Ma io passo troppo tempo a pensare al tempo stesso. Lasciami guardare almeno un po' quello che potrei essere. Vorrei avere occhi colmi di giudizio e di pensiero. Vorrei avere occhi scevri da giudizi e notti insonni.

Una settimana fa...

Immagine
...ero qui . E adesso invece vado qui. [Non c'entra nulla...ma entrambi i posti cominciano con la B. Sono malata lo so.]