Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2015

Se vi facessi controllare la mia cartella bozze.

Se vi facessi controllare la mia cartella bozze, vi rendereste conto che nonostante la mia latitanza dal blog non ho smesso di scrivere.  Ho scritto 4-5 cose tutte lasciate a metà. Ho delle idee brillanti che però muoiono non appena tento di svilupparle. Eh va beh. Però diciamo seriamente le cose come stanno.  Ho una vita piena. Piena di cose e piena di nulla. Il lavoro assorbe gran parte della mia giornata e sebbene ho qualche momento in cui potrei scrivere preferisco cazzeggiare dal telefonino, visto che il pc sulla mia scrivania è condiviso.  Qualcuno di voi, non molti in realtà - lo so, si sarà chiesto che fine abbia fatto. Bene, sono viva. Con qualche chilo in meno, i neuroni stressati, tante paure e tanti desideri. Ma con calma. Dicevamo...il lavoro assorbe gran parte della mia giornata. Esco di casa intorno alle 8.20 per essere quasi due ore dopo in università e torno a casa più o meno intorno alle 18.  Per il momento i ritmi sono abbastanza normali, ma preved

Di febbraio.

Questo post arriva un po' in ritardo, ma ne approfitto di questo sabato sera triste e freddo per mettere in fila qualche parola e dedicarmi alla manutenzione della mia anima. Febbraio è stato un mese particolare. Non saprei come definirlo perché ho vissuto sull'onda di un'emotività piuttosto instabile che mi ha portato a fare un po' di cazzate, ma va beh.  Ora sono felice di aver ripreso in mano la mia razionalità e me la tengo stretta stretta. Guai a chi si avvicina! E' stato il mese del mio compleanno, vissuto in maniera molto sobria, con pochi amici e tante risate. Mi ricorderò gli auguri di Lui , che ha deciso di rifarsi vivo proprio quel giorno, con la sua ennesima falsa promessa, freddamente da me cestinata.  Mi ricorderò gli auguri che non ho ricevuto e quelli che sono arrivati in ritardo. E' un copione che si ripete da qualche anno a questa parte, sempre con lo stesso mio intento di non darci troppa importanza. E invece sono lì a capire come