lunedì 14 luglio 2014

L'estate è un sentimento.

Quest'anno, come l'anno scorso, e forse come qualche altro anno, il tempo non è generoso. 
Il detto non ci sono più le mezze stagioni pare funzionare. E aggiungo che non ci sono più neanche le stagioni, che fa caldo in inverno e fa freddo in estate. 

Oggi ha piovuto, uno di quei temporali estivi che ti tolgono il fiato ma che fanno molto modalità wake me up when september ends
Volevo andare al mare per la classica passeggiata in bici, ma ho dovuto rinunciare.
Ho aspettato che finisse di piovere guardando dietro i vetri della finestra, come una bambina in attesa di qualcosa di bello.

Avevo gli occhi di stupore per i colori del cielo, nonostante fosse grigio e plumbeo. Ma da lontano, con un po' di fantasia, riuscivo a scorgere un azzurro che solo i miei occhi erano in grado di notare. Azzurro colore dei sogni. 

Non ho resistito, avevo un mal di testa dovuto alla tensione prelaurea, dovevo in qualche modo uscire di casa, e così mi sono messa in macchina.
Avevo bisogno di mare, di acqua, di colori che potessero farmi riappacificare con il mondo.

Sono andata al solito posto. Era deserto. E non potete immaginare che gioia. Mi sono seduta sulle pietre, nonostante la pioggia, e ho chiuso la porta dei pensieri. Ero io e il mare. Nessun altro intorno.
Sono rimasta sola, con il rumore delle onde a farmi compagnia, per più di un'ora. Sotto la pioggia ad osservare le gocce cadere nel mare. E ho pensato a quanto l'estate per me non è una stagione ma un sentimento. Perché mi fa sentire innamorata, irrequieta, dolce e severa allo stesso tempo, spensierata e leggera. Un misto di emozioni che prendono forma dentro le mie cellule, che si scontrano e confrontano, che crescono dentro di me facendomi sentire piena. Ecco, è così che mi sento quando vivo l'estate: piena



8 commenti:

  1. quanto vorrei avere il mare a due passi da casa... :)

    RispondiElimina
  2. Un post meraviglioso, quest'aggettivo è inflazionato ma in questo caso è perfetto. In bocca al lupo per la laurea!

    RispondiElimina
  3. Anch'io vorrei poter raggiungere il mare in bici..sarebbe fantastico!
    Solo tu e il mare..dev'essere stata una sensazione bellissima <3

    RispondiElimina
  4. Che bella sensazione!:)
    In bocca al lupo per domani!

    RispondiElimina
  5. confesso che l'estate, con l'afa asfissiante, le cicale assillanti e la pressione sotto i tacchi, mi debilita, però ho "sentito" quello che hai scritto, perchè esprime un po' il rapporto che io ho con la primavera e l'autunno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io preferisco l'estate perchè mi rigenera!

      Elimina

E ora dimmi cosa pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...