domenica 3 gennaio 2016

I buoni propositi che ho rispettato e quelli che rispetterò (forse).

L'anno scorso ho stilato una piccola lista di buoni propositi. Pochi ma buoni. 
Non avevo grandi pretese per il nuovo anno, volevo fissarmi piccoli obiettivi e raggiungerli. E ci sono riuscita.

Sono riuscita a cambiare la mia alimentazione e sono dimagrita. 
Rimango sempre la golosa ingorda di sempre, ma per fortuna ho imparato a controllarmi. Ho trovato la causa dei miei frequenti mal di testa e sono sempre più convinta che lo stile alimentare influenza tantissimo la nostra vita.
Mi piacerebbe continuare a dimagrire, impegnarmi di più a mangiare sano e ridurre drasticamente carboidrati e carne. 
Non sono riuscita a smettere di bere, ma se escludiamo le feste, le mie distrazioni alcoliche sono diventate rare puntate mensili dosate con molta attenzione. Per capirci, non supero i due calici di vino al mese e la birra è quasi sparita dal mio menu alcolico. 
Ho ridotto anche le sigarette, visti i miei problemi di salute. Sarebbe bello non fumarne più

Ho ripreso a fare sport. E anche con grandi risultati. 
E' grazie alle lezioni di spinning e alla corsa che adesso ho qualche chilo in meno e dei polpacci più scolpiti. Per non parlare dei quadricipiti che adesso sono come quelli di un camionista, ma pazienza. 
Mi piacerebbe persistere nella corsa e partecipare a qualche maratona.

Ho fatto il mio primo viaggio da sola. Per quest'anno non ho questa pretesa. Mi piacerebbe andare in vacanza, ma con un'amica.

Ho scritto. TANTO. E in varie forme. Ovviamente non posso smettere, la scrittura è la mia medicina. La mia terapia durante i momenti no. 

Non ho imparato a fare niente. A parte decorare qualcosa come bottiglie di vetro e vasetti con smalti di scarto. Belle schifezze da buttare direttamente nel cassonetto dell'immondizia.  

Ho letto. Una quindicina di libri. E sono strafelice. Perché io non ho mai letto così tanto in vita mia. E poi sono stata fortunata, perché ho scelto sempre libri perfetti che mi hanno lasciato qualcosa. Il proposito per il nuovo anno è alzare il tiro. Raddoppiare il numero dei libri letti. 

Altri propositi? L'inglese e il lavoro. Vorrei che tutto andasse per il meglio.
Spendere meno soldi ed essere felice senza tormentarmi per quello che mi manca.

Non voglio altro.


7 commenti:

  1. che obiettivi ambiziosi!!!
    buon anno cara michi :)

    RispondiElimina
  2. belli i tuoi ultimi buoni propositi.. soprattutto l'ultimo "spendere meno soldi ed essere felice senza tormentarmi per quello che mi manca"..
    sei stata davvero brava..
    io, l'anno scorso, sono riuscita a mantenere la calma in diverse situazioni e a non precipitare, quando ancora una volta, la vita mi ha portato via persone care..
    per me è già questa una vittoria!
    buon 2016!!

    RispondiElimina
  3. Bisogna sempre premiare i buoni propositi: nuova iscritta!

    RispondiElimina
  4. Smettere di mangiare carne non è impossibile... però il fumo è meglio abbandonarlo sì.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Buon anno a te!

    E mi hai fatto venire voglia di mettere per scritto anch'io i miei propositi, e di dosarli per bene, in modo da riuscire a rispettarli e vivere meglio...

    Grazie! :)

    RispondiElimina
  6. Beh direi che sei l'esempio che impegnandosi ci si può riuscire e poi ti sento quel non so che di entusiasmo ottenuto dagli obbiettivi raggiunti.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  7. E sempre giusto avere propositi per il nuovo anno e anche in generale:-)
    tanti saluti dal Plan de Corones, Elisa. E buona fortuna per l´anno prossimo;-)

    RispondiElimina

E ora dimmi cosa pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...