mercoledì 24 settembre 2014

La rabbia, questa sconosciuta.


Sono una persona abbastanza pacifica. E non lo dico perché voglio vantarmi del mio essere peace&love, ma perché il sentimento della rabbia è a me sconosciuto. O quasi. Insomma, sono poche le volte in cui mi vedrete sbraitare contro qualcuno perché incazzata nera.
Sì, mi incazzo come tutti gli esseri umani su questa terra, ma con molta moderazione. Così tanto che dopo 5 minuti ho già dimenticato tutto.
Alcuni mi parlano di oggetti lanciati in aria, di pugni alle pareti e altre cose del genere. Ecco, io ste cose le vedevo fare al mio ex e scoppiavo a ridere (ovviamente con un rincaro dell'incazzatura di quel poverino).
Ho sempre pensato che arrabbiarsi non ha senso. Che poi a stare male sei tu che ti porti quel groviglio sullo stomaco. E quando ho capito che stavo più male se mi incazzavo, piuttosto che se non lo facevo, ho smesso. Peccato che la delusione, quella proprio non sono ancora riuscita a capire come gestirla. Quella fa un male cane.

Mi sento profondamente delusa. E dovrei essere anche incazzata. Ma non ci riesco, perché so che la mia incazzatura non cambierebbe la situazione.

In questi giorni ho inghiottito tanta di quella merda che dovrei essere incazzata nera. Infondo lo sono, ma continuo ancora a comportarmi come se nulla fosse successo.
Sorrido, chiacchiero, scherzo, mi confronto con chi dovrei guardare in faccia e sparargli come minimo un sei una merda.
Ma non ce la faccio e, probabilmente, quella merda sono io che non ho le palle per affrontare questa situazione. Non ho il germe della cattiveria, e neanche quello della rabbia, e penso che tutto quello che in questi mesi mi sta capitando è solo un rinforzo per le mie ossa.
Dicono che ciò che non ti uccide, ti fortifica. Ed è vero.
Però.
Però penso che in tutto questo io sia una debole.
Che sto abbassando la testa ancora una volta.
Che sto buttando giù tutto ciò che non merito.
Che sono una sfigata, ma questo non autorizza gli altri a trattarmi male.
Che questo sistema fa schifo, ma non è una giustificazione per mandare giù merda ogni giorno.
E mentre penso tutto questo, penso anche che non ci si può sempre aspettare che tutto vada come vorremmo.
Che a volte devi prenderti anche il brutto dalle persone che ti circondano. Ti servirà anche quello.
Che a volte ciò che desideriamo non è ciò di cui abbiamo bisogno.
Che nella vita avrò altre occasioni per dimostrare chi sono.
Che infondo sentirsi perdenti, quando non ho perso nulla, non è la strategia migliore per affrontare questa vita.

4 commenti:

  1. Che in fondo sentirsi perdenti, quando non ho perso nulla, non è la strategia migliore per affrontare questa vita.

    Saggia ragazza. Tira fuori la forza di cui sei capace. :)

    RispondiElimina
  2. Per esperienza so che la rabbia può essere utile a volte sì e a volte no.
    La domanda vera è se arrabbiarti possa farti bene o no.
    Se pensi che dopo uno sfogone,di quelli seri, la tua testa perda un po' di peso.
    Sono dell'idea che ogni tanto perdere la pazienza e incazzarsi faccia bene.
    Basta non tirare troppi pugni al muro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo caso arrabbiarmi non mi farebbe bene, perché so che tutto quello che è successo non è dipeso in minima parte da me. Però sì...arrabbiarsi, a volte, aiuta a sentirsi più leggeri.

      Elimina

E ora dimmi cosa pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...