lunedì 10 novembre 2014

Una giornata a letto.

Non ce l'ho fatta ad alzarmi. Non era sonno, quanto piuttosto una mancanza di energie.
Sono rimasta a letto fino ad ora. E sono così stanca, pur non avendo fatto nulla, che credo salterò il corso di teatro di stasera. 

Per non parlare del mal di testa insistente che non mi sta dando tregua da stamattina.
Mi sono autodiagnosticata l'emicrania a grappolo. Non troverei spiegazioni diverse.
Ho deciso però di rivolgermi da un neurologo e di annotarmi i casi al mese.

I concerti sono stati bellissimi. Emozioni diverse, ma entrambe belle.
Che dire? Rinnovo la mia devozione a Samuel e mi congratulo con Cesare. 

10 commenti:

  1. Anche a me capita quando non ho impegni di passare la giornata nel letto, alla sera mi rendo conto che sono meno stanca quando mi trovo qualche cosa da fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il problema è che io non ho proprio niente da fare...anzi....

      Elimina
  2. La stanchezza ha tante cause.
    Anche l'emicrania...
    Magari é una cosa passeggiera.
    Magari avevi solo bisogno di ricaricare le batterie ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo sia una cosa passeggera visto che si sta protraendo da un bel po'.

      Elimina
  3. Non fosse stato per il mal di testa a grappolo (maledetto!) i avrei invidiato un po' che e giornate così - senza malanni però - sono un vero lusso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si un lusso se non hai nulla da fare...ma diciamo che ho molto da studiare.

      Elimina
  4. Almeno son stati belli i concerti, dai ;) A volte ci sono momenti così, con zero energia e pure qualche acciacco che ci si mette a completare l'opera. Passerà comunque, vedrai ;)

    Saluti! :)

    RispondiElimina
  5. Ciao,
    cmd sono arrivato qui?...una serie di click random...spesso vengon fuori le cose migliori, ma non speravo in un mal di testa :-)
    Credo il tuo sia bisogno di PAUSA, di avere tempo da perdere, almeno credo sia così, io soffro di insonnia da quando ho ricordi, e quando riesco a dormire 6 ore di fila senza svegliarmi per guardare le travi di legno che sorreggono il soffitto , mi sento un altro.
    Che poi è "quell'altro" che mi rappresenta di più ma che vivo sempre meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gio! Benvenuto...passa quando vuoi, magari la prossima volta mi trovi senza mal di testa! :-)

      Elimina

E ora dimmi cosa pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...