venerdì 15 novembre 2013

Prima di andare in palestra...

Io ho un amico carissimo. Una di quelle persone che mi è stata accanto nei periodi più bui della mia vita.
E' una persona speciale, una sorta di fratello maggiore che non ho mai avuto.

Fino a tre anni fa ci vedevamo quasi tutti i giorni.
Abbiamo avuto non pochi momenti contrastanti, momenti in cui ci siamo scontrati, a volte anche pesantemente. Ma, quando vuoi bene a qualcuno, sai che non puoi fermarti a certi dettagli. Che le diversità esistono, e per fortuna.

Poi una scelta non dipesa da nessuno dei due, ci ha portati a vivere in due realtà diverse. 
Pur nella stessa città, abbiamo cominciato a vederci pochissimo. 
Più o meno una volta al mese. Se eravamo (ero) fortunata due.
Ultimamente ancor meno, perché mi sono impuntata sul fatto che non potevo essere sempre io a cercarlo.
Ok gli impegni, il lavoro, la sua famiglia, la sua comunità, gli interessi diversi.

Ma io? Ma il bene che dici di provare nei miei confronti?

Ho smesso di andare da lui, anche perché ogni volta che ci andavo non ne uscivo così felice.

Oggi è il suo compleanno. Ho voluto fargli gli auguri di persona piuttosto che mandargli uno squallido messaggio. E' stato contento della mia visita ma mi ha dedicato meno di 120 secondi. Un abbraccio e poi una domanda: ma la tua amica xx? 

Ora non mi infastidisce la domanda in sé, sebbene non sia il primo che mi chiede della mia amica manco fossi la sua segretaria, ma perché non mi chiedi come sto io? Perché non ti interessi di me?
E' sbagliato chiedere un ti voglio bene? 

E così non ce l'ho fatta. Sono tornata a casa un po' amareggiata e gli ho mandato un messaggio.
Non so se ho fatto bene, ma con le persone a cui vuoi bene devi sentirti in dovere di esprimere un disagio. Soprattutto se quel disagio ostacola la relazione.
E io l'ho fatto. Non me ne pento. Ci sto solo un po' male perché come al solito mi ritrovo ad elemosinare un po' di bene. 
Ma dico io....cazzo! E' così difficile dimostrare a qualcuno quanto gli/le vuoi bene?

Volete sapere la risposta al mio messaggio?
Ti voglio bene....scusa.
Mah...io a questi ti voglio bene così sbandierati non ci credo più. Preferisco che non me lo diciate, almeno mi illudo di meno.

11 commenti:

  1. Io sono stata sempre del parere che l'affetto vada dimostrato e non sbandierato, ostentato, nè tanto meno scritto.
    Le cose più belle si fanno in silenzio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione! la dimensione del silenzio è preziosissima!

      Elimina
  2. Penso che a volte le strade si dividono irreparabilmente, e che forse certe amicizie, pur solidissime, sono destinate a finire. Non perché non fossero sincere, semplicemente a volte le scelte che facciamo ci allontanano da alcune persone.
    Però ti dico anche che io ho amiche lontanissime chilometricamente parlando, eppure riusciamo ad essere vicine le une alle altre. Io credo che se qualcuno vuole esserci ci sarà, soprattutto se siete nella stessa città.
    Per quelli che si perdono per strada... non crucciarti. Forse doveva andare così. E rimarrà sempre un bel ricordo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la risposta è tutta in quel "se qualcuno vuole esserci ci sarà!" ;)

      Elimina
  3. Guarda.. mi è successa praticamente la stessa cosa, uguale uguale. E' poi finita che mi sono staccata, ho smesso di cercarlo, perchè io alle fine da certe cose scappo, quando capisco che mi faccio male e basta.. e pensavo ad una qualche reazione che purtroppo non c'è stata ad oggi, e sono passati tre anni. Nelle occasione tragiche c'è stato, lì in prima fila, quasi a dire sono nell'ombra ma sono sempre nella tua vita... ma il risultato non cambia e non capirò mai perchè è andata così. Ci si fa il callo comunque, sono piccoli dolori della vita..
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io spero che una reazione arrivi....tra due mesi parto! ;(

      Elimina
  4. ...puoi non dirmi "ti amo" ma devi esserci tutti i giorni...
    è la promessa che io e Brivido ci siamo fatti, vale più della fede al dito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bellissima frase! te la ruberò un giorno! ;)

      Elimina
  5. Hai maledettamente ragione, passa oltre...lui è perso, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.

    RispondiElimina
  6. Ma tu non devi elemosinare un bel niente.
    Se uno non si "comporta" come tu vorresti o ti aspetteresti, semplicemente non è la persona giusta per te!! Se uno non ci arriva proprio a capire o a dimostrare il bene per te, significa semplicemente che non siete in grado di entrare in sintonia. Se lo dimostrasse a modo suo, il bene per te, tu lo capiresti ugualmente!! Quindi? Nulla, eliminalo, ed aspetta che sia lui, se è interessato al rapporto con te, a farsi risentire.

    RispondiElimina

E ora dimmi cosa pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...