giovedì 3 gennaio 2013

Controvento.


Ho il vento in faccia e il sole che mi bacia la pelle.
Sembrano giorni belli ché ho paura a dirlo.
Eppure dentro ho ferite che sanguinano. 
Ma le cellule fuori sono così compatte che non traspare nulla.
Ho lasciato andare via un po' di etichette, tagliato i fili della pazienza, bucato le trame della costanza.
Con un filo di voce e gli occhi umidi sono riuscita a dire quello che pensavo.
Riesco ancora a commuovermi. Pensavo non fosse possibile.
Scomode verità, che fanno male anche a pronunciarle. Eppure il senso di libertà rende leggeri.
L'ho imparato ieri sera, mentre fumavo seduta su quella panchina come se fosse estate.
E' stata una notte intensa, fatta di risate e chiacchierate nostalgiche.
Forse riusciamo ad essere migliori solo quando ci impegniamo ad essere più veri.
Così, schiena dritta, controvento.








4 commenti:

  1. T'è servito.. vai tranquilla, respira e sappi di aver fatto il meglio possibile.
    Ti sono vicina e ti abbraccio.. aspetto anch'io quel giorno in cui ne avrò la possibilità!

    RispondiElimina
  2. E mi stupisco di quante volte ti ritrovo ad ascoltare la stessa musica che ascolto anch'io negli stessi miei giorni. :)
    Essere veri è sempre la scelta giusta, anche se può far male. Non bisogna temere di esporsi con i propri sentimenti, qualunque essi siano. Meglio una dura verità che una comoda farsa. ;)

    RispondiElimina
  3. Solo andando controvento è possibile alsarzi in volo ... non mi ricordo più di chi è la frase, ma mi è sempre piaciuta.

    RispondiElimina
  4. Piace molto anche a me questa canzone.

    RispondiElimina

E ora dimmi cosa pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...