mercoledì 6 giugno 2012

Adesso siamo solo amici.

Mi guardo allo specchio e mi chiedo come sto.
La mia faccia parla chiaro: sono sotto stress. Altrimenti questo sfogo di gioventù manco fossi un 14enne non si spiegherebbe.
Sto, sono, penso, cammino, studio, bevo (tanto), mangio (qui meglio non mettere le quantità altrimenti mi fucilo da sola), scrivo, ascolto,twitto, osservo, vivo. Un po' in stand-by, un po' in fase di work in progress.
Ora non so perché vi sto facendo la telecronaca delle mie azioni giornaliere, quando in realtà questo post voleva parlare di altro. E magari lo faccio senza troppi preamboli e giri di parole.
Insomma io e #ssa ci siamo rivisti. Che culo.
Un incontro che rimandavo (o che rimandavamo?) da tempo, al quale alla fine ho ceduto.
E niente sono contenta. 
Perché a me gli uomini che mi diventano amici dopo rapporti che non ingranano mi piacciono ancora di più. La vedo come una forma di maturità. Non siamo diventati amanti, costruiamo altro.
Poi magari sarò anche deviata nei miei pensieri, ma fa niente.
Tanto lo abbiamo sempre saputo entrambi che non potevamo aspettarci niente l'uno dall'altro. Che io con un uomo senza palle non avrei potuto convivere e che lui di me...boh.
E così ci siamo ritrovati come due vecchie puttane a raccontarci le nostre storie, tutto quello che era successo negli ultimi due mesi circa.
E...rullo di tamburi...lui ha una storia. Una di quelle finalmente serie dopo la fidanzata storica. Una di quelle che questa è la prima volta che non mi vergogno ad andare mano nella mano
E sono la prima con cui si è confidato. Wow. Che emozione. [che poi io a queste puttanate che mi dice non ci credo tanto...ma vabbè, magari sono la seconda, però dai...facciamo che sono la prima delle tante che ha frequentato a cui lo dice...#mah]
In ogni caso io ho esordito con un Finalmenteeeee. Sì, perché lo desideravo. Oddio, desiderare è un verbo inappropriato, ma al momento il mio vocabolario non mi permette di trovare sinonimi che abbiano la stessa efficacia.
Però, sì, sono contenta, perché è arrivato il momento che cresca. Cazzo, no?!
E so che magari dovrei fregarmene,che non dovrei essere io a dire/pensare che questa persona cresca... però il bene per questo stronzo che mi ha lasciato ritornare a casa da sola in una sera d'estate (e non solo) è una cosa seria. E' una cosa pulita, che c'è e basta.
Perché...io non l'ho mica più trovato uno che...mi mandasse il cervello in tilt in poco tempo.
Quindi, morale della favola...ora che si è sistemato, gli ho chiesto se gentilmente può presentarmi qualche suo amico.









10 commenti:

  1. WoW...apprezzo la tua maturità in materia...non è che me ne presteresti un po'?
    Alex V

    RispondiElimina
  2. Mi servirebbe un po' anche a me quella maturità...

    RispondiElimina
  3. ragazze arriva quando tutto è passato...fidatevi! ;)

    RispondiElimina
  4. Quello che hai scritto ha tutta la mia stima!!
    Io gli uomini più li conosco e più li vorrei evitare!!!
    Spero che presto qualcuno mi faccia cambiare idea. Ma per il momento scetticismo puro!! :)
    Complimentissimi comunque, il tuo blog è splendido!!
    Un bacio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara...ma non credere che io non abbia i tuoi stessi problemi con gli uomini! ;)

      Elimina
  5. Pensavo: ma se l'amico è immaturo come lui?
    E cmq, bella tattica! :-P
    Dai, si cresce giorno per giorno e anch'io ho amici i miei ex.. certo, il mio compagno a volte ne è geloso, ma io non ci vedo nulla di male..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se è immaturo...rimaniamo solo amici! :D

      Elimina
  6. Facci sapere allora come va con l'amico :D

    RispondiElimina

E ora dimmi cosa pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...