sabato 22 settembre 2012

Ciao Estate.

Ultimo giorno di estate, o almeno così dicono.
Sarà che io l'estate me la porto nel cuore, soprattutto per vivere meglio i lunghi mesi invernali, ma per me questo non è l'ultimo giorno.
Se tutto va bene ci sono ancora un paio di bagni al mare che mi aspettano.
Però ho pensato fare un po' un resoconto (sia scritto che fotografico), per raccontarmi/vi questa estate che tutto sommato non è stata deludente.
Non è iniziata nel migliore dei modi, ero parecchio stanca e delusa. La laurea mi ha creato un po' di vuoto, quel classico limbo che spero di non esser stata l'unica a vivere.
Che faccio? Chi sono? Cosa voglio fare da grande? E adesso? Insomma, domande così. Semplici, eppure in grado di mandarti in tilt il cervello.
Di ritorno da un viaggio molto deludente a Milano (eh non ve l'ho raccontato, ma meglio lasciar stare le pazzie che ogni tanto faccio), ho cominciato sul serio a rimboccarmi le maniche. La primavera era passata tra vari viaggi (Assisi, Roma, Milano appunto) ed era ora di cominciare a far qualcosa per la sessione estiva. Non a caso sono andata fino a giugno in università, con molto piacere a dire il vero. Visto che il motivo di tale frequenza erano dei laboratori con un assistente che dire bello è poca cosa.


Si studiava, tanto. Nonostante nel mezzo mi sia beccata una gastroenterite, nata da non so cosa.
Ho avuto il mio primo 30 (della specialistica si intende, terzo della mia carriera universitaria). E non ci credevo. 
Nel frattempo non mi sono fatta mancare nulla. L'obiettivo era riuscirsi a vivere comunque l'estate. Ovvero mare, corse, bici, sport, tramonti, passeggiate, qualche libro. Senza strafare, perché a quello ci avrei pensato ad agosto.
Ed ecco i risultati:






Poi sono partita e quello che ho vissuto l'ho già raccontato. Ho conosciuto tante storie diverse dalla mia, belle, ricche, profumate di Vita.
Sono nate belle amicizie, purtroppo molte confinate all'esperienza vissuta, ma non per questo da sottovalutare.
Siamo molto bravi quando ci dobbiamo raccontare con degli sconosciuti, è come se tutte le barriere che ci costruiamo giorno per giorno con le persone che amiamo e che fanno parte della nostra vita venissero meno. 


(Da notare la faccia distrutta)


Non vi nascondo che al ritorno ho pianto un po', sono stata male, e per quasi una settimana ho vissuto in modalità pubblicità costa crociere.
Perchè condividere 12 giorni con più di 60 persone diverse e poi ritrovarti da sola, nel tuo letto....insomma vi ho già detto tutto.
(PS.domani ci si rivede tutti o quasi!)


Per fortuna agosto è stato generoso, leggero, spensierato.
20 giorni di puro relax. Infondo dopo due estati in cui ho studiato anche il 14 agosto, me lo meritavo.




E' stato il tempo per dedicarsi alle amiche, alle feste in spiaggia, al gelato, agli aperitivi, alle nuove conoscenze, a qualche concerto, a qualche serata in discoteca...


Leggermente ubriache direi...


Qui avevamo bisogno della neuro...(da precisare che i tipi non li conoscevo e non so per quale motivo mi ritrovo in questa foto!)

Nel frattempo ci siamo messe a lavoro per una cosa importante....


Ovviamente con scarsi risultati, visto che sono ancora (felicemente) single.

E così, eccoci arrivati a questo triste settembre. Nuovamente sui libri, con tantissimi progetti per questo inverno.
Nessun rimpianto, nessuna nostalgia, nessun malessere. Sono certa che l'estate è dietro l'angolo. Bisogna solo avere un po' di pazienza...il tempo purtroppo passa in fretta.




3 commenti:

  1. In attesa della prossima...buona ripresa ^_^

    RispondiElimina
  2. mia cara davvero una bella e ricca stagione non hai che esser fiera di te che invidia quante belle cos hai fatto quanta gente hai conosicuto...sarò il tuo slancio per la nuova stagione.
    ps mi piace molto la foto della bici e ovvaimente quelle in cui ci sei tu con i tuoi amici...serenità ecco cosa vedo :-) e al diavolo la singletudine. conosco persone sposate e fidanzate infelici...io dico che stai meglio te

    RispondiElimina
  3. Per il post laurea ti capisco. Io sono stata nel limbo "oddio che farò, che ne sarà di me" fino a una settimana fa quando mi sono (ufficialmente) iscritta alla specialistica. E mi sono laureata nel 2011. XD

    RispondiElimina

E ora dimmi cosa pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...