venerdì 2 gennaio 2015

Buoni propositi, possibilmente da NON ignorare.

Buon anno a tutti. Spero che il vostro anno sia cominciato meglio del mio. 
Io sono rimasta per metà giornata abbracciata alla tazza del water e per l'altra metà nel letto con un mal di testa allucinante.
Non credo sia stata colpa dell'alcol o forse sì, ho bevuto tanto ma sono ritornata a casa sulle mie gambe e molto lucida. Probabilmente avrò mangiato qualcosa che mi ha fatto male, oppure mi sarò presa semplicemente molto freddo. 
Spero che il 2015 non prosegui come è iniziato e soprattutto che porti con sé una dose minore di mal di testa, visto che è stato il principale problema di cui ho sofferto per tutto il 2014.

Ho anch'io la mia personale lista di buoni propositi, che potete anche non leggere. Li scrivo per me, semplicemente un promemoria da tenere sotto controllo durante l'anno e possibilmente da osservare se non con rigore almeno con una parvenza di costanza e continuità.

Mangiare sano e smettere di bere. Ok, questo è il proposito giornaliero ormai da 5-6 anni a questa parte. Rigorosamente ignorato con molta precisione. 
Quest'anno vorrei cambiare registro. Anche perché tra qualche mese andrò in scena con il gruppo di teatro e non se ne parla di salire su un palco con tutto questo tessuto adiposo addosso. 
E poi comincio ad avere un sacco di problemi fisici (inclusi i mal di testa, che vorrei eliminare), vedi gonfiore, pesantezza, reflussi, vomito. 
Ma non è solo questo. Ormai vivo con il terrore che una malattia fulminante possa colpirmi. Lo so, non sono pensieri bellissimi, ma lavorando in un ospedale questi pensieri sono all'ordine del giorno. 
Ma ancora...voi non avete mai la sensazione che mangiando una fettina di carne o del fritto o delle patatine o che ne so altre schifezze del genere vi state mangiando del veleno? Io sì, e faccio questo pensiero ormai ogni giorno. E siccome sono stanca di vivere con queste fobie, ho deciso di eliminarle.
Non diventerò mai una di quelle vegane o vegetariane fissate, anche perché non ci riuscirei. Voglio semplicemente ridurre il consumo di carne, di dolci e di schifezze in genere. 
Non superare le due birre al mese e le sigarette.

Riprendere a fare sport che sono due mesi che sono ferma e si vede. Mi sento un tronco di legno e poi ho sempre mal di schiena. 

Imparare a viaggiare da sola. Non che tutti i miei viaggi li abbia fatti in compagnia, ma di solito partivo sola per andare a trovare qualcuno o qualcuna. Quest'anno invece voglio fare tutto da sola. Viaggio e pernotto. Non che sia una cosa bellissima, soprattutto se non è una scelta consapevole. Un conto è scegliere di viaggiare soli, un conto è se quella scelta è dettata dal fatto che non hai nessuno che possa accompagnarti. Ecco, per me molto spesso non è una scelta personale, ma semplicemente un ripiego al fatto che nessuno voglia o possa accompagnarmi. Comincerò con un weekend romano per la mostra di Body Worlds ed Escher. Poi ho in mente un viaggio al di fuori del continente, ma di questo se ne parlerà quando vedrò il mio primo stipendio.

Scrivere. Scrivere. Scrivere. Quest'anno ho scritto poco, un po' per mancanza di tempo un po' per pigrizia. Ho comprato una Moleskine fucsia che non ho neanche scritto per metà. Per quest'anno mi impegno a terminarla e comprarne un'altra.

Imparare a fare qualcosa. Vorrei dedicarmi a qualcosa di manuale per rilassarmi la sera. Ho cominciato a creare dei segnalibri personalizzati, ma l'idea sarebbe quella di creare gioielli. Al momento è un'idea, ma se funziona potrei farmi un po' di soldini con i mercatini della domenica.

Leggere. Nel 2014 ho letto pochissimo. Solo 3 libri per intero, gli altri cominciati e mai finiti. Non ho letto per pigrizia, ma anche perché a Verona non ho avuto così tanta pazienza di starmene con un libro in mano prima di andare a letto. 
E' un proposito che si ripete di anno in anno, ma senza grandi successi. Non ho grandi pretese, mi basterebbe solo raggiungere un libro al mese.

Per il resto mi piacerebbe che la mia vita andasse per il verso giusto. Il 2014 è stato un anno bello, ricco di esperienze ed emozioni, ma anche di testate al muro che mi hanno lasciato lividi sulla fronte che non ho potuto nascondere. 
Ecco...forse tra i propositi del 2015, potrebbe essercene un'altro: avere più razionalità nelle scelte che faccio.










9 commenti:

  1. Mi sembrano ottimi propositi.
    E ci vuole un po' di ottimismo.
    Ci vuole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. senza non credo riuscirei a vivere!

      Elimina
  2. ...sono tutti propositi ottimi davvero...
    è il secondo post con il medesimo argomento, penso di dovermi dare una mossa anche io... è il 2 gennaio, sarebbe già il momento d'averlo fatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh ma non ci si deve per forza uniformare alla massa ;)

      Elimina
  3. Lettura a gogo. Per me è una necessità, senza libri (digitali) mi manca l'aria.
    Provare con un kindle?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un mio desiderio ma sono titubante...

      Elimina
  4. Diversi buoni propositi, cerca di portarli fino in fondo, non come assillo però, ma con il semplice piacere di farlo, anche perchè mi sembrano tutte ottime scelte ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nessun assillo, anche perchè non sono il tipo...

      Elimina
  5. Anch'io ho deciso di ridurre drasticamente il quantitativo di carne che mangio.
    Meglio delle polpettine di broccolo anche se fritte che i soliti salumi.
    L'alcool non ne bevo tanto... solo quando esco e non supero mai un bicchiere di vino o un drink.
    Anch'io spero di fare qualcosa che mi tenga occupata ma che soprattutto mi permetta di relazionarmi con altri essere umani.
    Chissà come mi\ci andrà.
    Intanto: buon anno nuovo :)

    RispondiElimina

E ora dimmi cosa pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...