sabato 25 giugno 2011

Caro fai pace con il cervello, perchè io non ho tempo da perdere.

Se sono sbagliata voglio saperlo.

Si sa che la verità fa male, ma credo che aiuti a crescere. Io voglio la verità, a costo di prendermi una di quelle craniate che ti lasciano dissanguata e con i neuroni spenti. Ma la voglio e la pretendo.

Faccio questa premessa, e premetto anche che non voglio sembrare, perché non lo sono, la classica sfigata in amore che cerca a tutti i costi un principe azzurro. No, io sto bene da sola, o quasi, è solo che a volte, come tutti gli esseri umani credo, sento anch’io il bisogno di condividere la mia vita con qualcuno, perlomeno avere qualcuno al mio fianco per cui spendermi (e ovviamente che quel qualcuno faccia altrettanto).

Sono single da 3 anni. Si tre anni che non ho una relazione seria con un ragazzo. Ci sono state delle piccole parentesi durate il tempo di un caffè, il tempo di un estate, il tempo di un mese di merda che sembrava non avere mai fine. Parentesi tristi, senza esiti felici, di cui avrei fatto volentieri a meno. Un po’ me le sono cercate, un po’ sono stata davvero sfortunata, un po’ il mercato non offre grandi possibilità di scelta. Fatto sta che le mie love story sono così tristi che potrei concorrere con Bridget Jones.

In questi 3 anni di infatuazioni me ne sono presa molte, innamoramenti veri e propri solo due, roba da sbatterci la testa, cadere, farsi male, ma rimanere ancora lì a colpire il muro con la testa. Per fortuna sono rinsavita con qualche livido, qualche ferita sanguinante che poi si è cicatrizzata. Ovviamente però non sempre puoi dare tutto per scontato e anche se le parentesi sentimentali si chiudono molto spesso con un “questa volta è l’ultima che mi faccio fregare” o “la prossima volta non me ne frega niente ma non andrà così”, o ancora “ da oggi single a vita”, alla fine ci ricaschi ugualmente mandando all’aria tutti i buoni propositi di non cadere in tentazione. Almeno per me è andata così, anche questa volta. 

Dopo aver chiuso una storia allucinante, creata nel mio emisfero sentimentale e basta (perché noi donne interpretiamo, interpretiamo e interpretiamo fino a creare sceneggiature da fare invidia al più bravo regista), ci sono ricascata alla grande, creandomi un sacco di aspettative, che ovviamente non sono state rispettate.

Però io non credo di essere una cretina, una sprovveduta. No, non lo sono mai stata, neanche a 15 anni. Ho sempre saputo cosa volevo dalla vita (almeno quella sentimentale), non mi sono mai fatta mettere i piedi in testa e chi l’ha fatto è stato subito mandato a quel paese con un elegante vaffa.

Però dico io sono donna, ho gli ormoni che mi funzionano (credo), e sono in grado di captare le attenzioni altrui. 
Se tu mi inviti a prendere un caffè e poi ti tiri indietro… dico il problema sono io? No, non credo. Se tu mi mandi un messaggio chiedendomi di raggiungerti, sono io il problema che mi faccio non dico mille film, ma semplicemente penso che qualche interesse c’è, altrimenti che senso avrebbe quel messaggio? No, non sono io il problema. Se mi cerchi, spulci nella mia vita, quella virtuale e non, fai apprezzamenti, mandi sms e altro, sono io che interpreto male? No, non credo. Caro il problema sei tu che non hai le idee chiare. Sei tu che devi fare pace con il cervello, perché non puoi lanciare il sasso e poi nascondere la mano. Non con me.

10 commenti:

  1. E' che, spesso, per farci pace bisogna pure averlo, un cervello. . .

    :)

    non ti curar di lor ma guarda e passa... aveva ragione Dante

    RispondiElimina
  2. Baol...come darti torto? grazie mille...questo commento è una dose stratosferica di ottimismo ;)

    RispondiElimina
  3. non so. ma io diffiderei di chi invita a prendere un caffe'.

    RispondiElimina
  4. Ma che spasso questo post, è capitato anche a me di recente e gli ho detto chiaramente che credo sia matto... ma nel gioco delle parti ci sta tutto e allora mettiamoci pure questa esperienza che va a sommarsi con un cammino lungo verso la felicità

    mi piace davvero il tuo blog..

    ti abbraccio forte e ti segue
    Blue
    www.aspassoconblue.com

    RispondiElimina
  5. Anch'io mi schiero con Baol.
    E poi... questo tipo non poteva almeno leggere il nome del tuo blog???

    RispondiElimina
  6. Impossibile cercare di decifrare comportamenti di chi ci piace. Anche solo provarci è una perdita di tempo! Noi ci facciamo mille pensieri , mille ragionamenti , mille film , ma nei loro cervelli c'è solo la palla di fieno che viene spinta dall'aria.

    RispondiElimina
  7. cara michi,
    il mondo è pieno di gente col lancia sassi ma fondamentalmente senza le mani. consiglio: cerca di muoverti più veloce possibile tanto da evitare il grosso dei sassi. proprio tutti, temo, non si possano evitare.
    ti lascio sotto questa breve cronistoria (vera), sperando che ti possa consolare e decaffeinare almeno un po’ (ma che pretese!)

    sms lui: “mi fai morire dal ridere”
    sms lei: “sono contenta di suscitare in te qualche reazione, seppure solo di ilarità!”
    segue altro sms lei: “quando ci vediamo?”
    tre giorni dopo.
    sms lei (ore 22.15): “che fai stasera?”
    sms lui: “tornato ora a casa. hai proposte?”
    sms lei: “film e gelato da me”
    sms lui: “faccio la doccia e arrivo per le 11, non è tardi?”
    sms lei: “no, ti aspetto”
    lei apre la porta in mini canottiera, la tivù è in camera, l’unica luce qualche candela.
    domanda: è possibile che sia finita con un “ma cosa avevi capito?”
    ti saluto, al prossimo sasso :)
    -m

    RispondiElimina
  8. Quelo avrebbe detto "C'è grosse crisi... Non sappiamo più dove stiamo andando su queste tera! La risposta è dentro di te.... E però è sbajata" purtroppo gente con le idee confuse ce n'é di tutti i gennere.. donne uomini etero gay e bisex.... Senza distinzioni. Ma quello che penso è che se sai cosa vuoi ti accorgi prima di quando non hanno fatto pace col cervello... E questo è un bel plus!

    RispondiElimina
  9. Anche io sono single da 3 anni... però devo dire che tutte gli incontri avuto in quato arco di tempo mi hanno lasciato un bel ricordo.
    Io da sola sto davvero bene (con le mie storielle anche), e a volte ho anche paura di tutta l'indipendenza che mi sono creata.

    Per quelli che lanciano il sasso.... pfffff è pieno il mondo!

    RispondiElimina
  10. Io anche sono single da quasi 3 anni, anche se spero di non restarlo troppo a lungo :-) A volte, vedendo chi chiude una storia e allegramente in 1 mese ne riapre un'altra, mi chiedo se sono io che pretendo troppo...
    In ogni caso, le possibilita`:
    - non era interessato a te in quel senso;
    - ha trovato un'altra che gli interessa di piu` (vedi sopra).
    E mi associo energicamente a Selene.

    RispondiElimina

E ora dimmi cosa pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...