sabato 4 giugno 2011

Non capisco il senso dei blog aperti ai soli lettori.

Sono approdata nella blogosfera 3 anni fa.
Avevo un blog, raccontavo tutti i cavoli miei, tutte le mie paturnie, e circa 200/300 sostenitori (che poi effettivi forse non erano neanche 15, ma vedo che il fenomeno del cliccare su "segui questo blog" è piuttosto frequente a partire dalla sottoscritta), poi ho chiuso quel blog e sono passata qui a rompere le scatole a gente che già conoscevo e altri/e poverini/e che ora conoscono in parte la mia vita da caffeina dipendente (e dovete pensare che fino ad un annetto fa io il caffè non sapevo manco cosa fosse!).

Fin qui niente di strano, scrivo quello che mi passa per la testa, poi ognuno è libero di leggere o meno.
Questo post nasce perchè stavo aggiornando la lista dei blog che seguo in generale...quando ho cliccato su un blog e mi è apparsa la schermata "QUESTO BLOG E' APERTO AI SOLI LETTORI".

Premetto ( e precisiamo) che non ci sono rimasta male perchè era un blog che leggevo saltuariamente...però che senso ha creare un blog chiuso?

Uno dei motivi per i quali io sono diventata una blog-internauta assidua a farsi i fatti degli altri e raccontare un pò dei propri è la volontà e il piacere di allargare le mie amicizie virtuali, senza precludermi che poi possa nascere anche qualcosa di vero...detto ciò, se uno ha un blog chiuso, con magari i suoi max 100 lettori, una volta che sai tutto di tutti, poi?

Magari è un discorso insensato...futile...che non dovrei fare...ma è semplicemente perchè a volte non riesco a spiegarmi certe cose...

Alla fine ognuno faccia ciò che vuole...però non nascondo che quando leggo quella scritta un pò di nervosetto mi sale (soprattutto se era era un blog che avevo cominciato a leggere da poco e che mi piaceva!)

14 commenti:

  1. sono assolutamente d'accordo con te... che senso ha creare un blog chiuso? mah! non lo capirò mai... a meno che uno non sia tanto timido e riservato... ma allora non farti un blog! ahahaha :P

    RispondiElimina
  2. Concordo! A questo punto scrivi i fatti tuoi su un diario con i fiorellini ed il lucchetto (di quelli che perdi la chiave il giorno dopo!)

    RispondiElimina
  3. Sono perfettamente d'accordo con te, anch'io non mi riesco a spiegare il motivo di rendere chiuso il proprio blog, secondo me è un non sense!

    RispondiElimina
  4. anche per me è una cosa senza senso; una volta ci rimasi un po' male per un blog che era stato reso privato perché lo leggevo quasi ogni giorno e coloro che lo gestivano commentavano dalle mie parti, ma meglio così: selezione naturale ;-)

    RispondiElimina
  5. Io sono passata da un blog dove raccontavo di me ad uno dove racconto del mio mondo parallelo nella mia testa! :-D Hai ragione ognuno è libero di fare quel che gli pare, ma magari avvisare i lettori che chiude il blog sarebbe bello... e poi è vero che si seguono tantissimi blog, ne seguo anche io parecchi... a volte commento a volte no... a volte leggo e a volte no... ma è questo il bello della blogosfera... che è libera a tutti! un blog chiuso nemmeno per me ha tanto senso... ma il mondo è bello perché è vario! Il tuo mi piace molto, anche se non commento spesso! :-) ciao amica caffeinomane... (io lo sono sempre stata dalla veneranda età di 15... :-D)

    RispondiElimina
  6. Bhè magari lo si fa per aver una sorta di diario segreto on-line che si può consultare a piacimento senza che gli altri (che non siano magari amici intimi) sappiano cosa c'è scritto dentro.
    Insomma la mente dell'uomo si sa è diabolica...

    RispondiElimina
  7. Anche io sono d'accordo con te. E' una contraddizione in termini e soprattutto fa perdere una caratteristica fondamentale al blog che è proprio quella di condividere qualcosa con persone anche molto diverse da noi per poter creare uno scambio reciproco.
    Certo.. ognuno è libero di fare come preferisce, ma noi siamo libere di rimanere perlomeno perplesse di fronte a questo genere di scelta.

    RispondiElimina
  8. Mi sono trovato anch'io a sbattere il muso contro lo scoglio del blog ad accesso riservato...in effetti non credo che abbiano un senso, se non quello di essere dei sostituti di un "forum privato"... (ah, una cosa, io sono un vero tossicodipendente da caffeina!Ho rischiato anche l'intossicazione, una volta!)

    RispondiElimina
  9. Uh come hai ragione...non riesco neppure io a capire il perchè di questa pratica e in base a cosa facciano la loro scelta di elite...insomma a me i circoli privati non piacciono neanche nella vita reale,figuriamoci sul web.
    Io ammetto di essere fra quelle che diventano follower anche solo per ricambiare il favore,ma poi sono fessa perchè vado veramente a fare visita a tutti i blog che seguo e cerco di lasciare sempre un commento.
    A presto

    RispondiElimina
  10. Capito qui per caso e... sì, sì, sì... sono d'accordissimo anche io con te e tutti gli altri... un blog privato non ha molto senso, mi viene il dubbio però che 'privato' spesso sia la prima via per chiudere un blog... magari uno lo vuole chiudere e non cancellarne i contenuti, e allora 'si privatizza'... ;-)

    RispondiElimina
  11. La penso esattamente come te!

    RispondiElimina
  12. Condivido, condivido!
    Tenersi un diario, no??!

    RispondiElimina
  13. Sono d'accordo con te, è una cosa senza senso! A me è successo qualche giorno fa.. in un blog che seguo la blogger aveva consigliato di visitare un blog che sembrava davvero carino.. quando ci ho cliccato mi diceva "aperto ai soli lettori": ma scusate, qual è il senso??? @_@

    RispondiElimina
  14. D'accordo anch'io!

    p.s. a me non piace il caffè, ma il tuo blog sì :)

    RispondiElimina

E ora dimmi cosa pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...