domenica 4 dicembre 2011

Di pensieri random [l'ultimo mese #4]


[foto scattata al mercato questa mattina]
Se la domenica è il giorno del Signore, e come tale, va vissuta nel massimo riposo, la mia vita invece, per una strana devozione alla legge di Murphy, proprio in questo giorno si incasina come non mai. Io faccio di tutto per riposarmi, ma evidentemente la mia testa ancora confonde la nozione del riposare con quella del stancarsi. E sì, perché se uno la domenica dovrebbe starsene stravaccato sul divano a guardare un pò di tv trash o al massimo un bel film in streaming, io invece decido o di strapazzarmi per i centri commerciali, o di studiare come una matta, o di rivoluzionare casa o di fare tutte e tre le cose insieme, concentrando così tutti gli sforzi che mi sono fatta mancare in settimana in un unico giorno. E così oggi sveglia presto (tragica tra l'altro perchè ho sentito mister platessa), messa, giro al mercato, pulizie e ora mi tocca studiare e poi uscire nuovamente perchè ho promesso una passeggiata ai mercatini di San Nicola alle mie amiche. Sembra che il mio amore per il divano dovrà pazientare almeno fino a giovedì.

Ieri sono stata da mani di forbici. Ovvero dalla parrucchiera. Che non l'avessi mai fatto. Mezza chioma in meno e un taglio super professionale ma che mi ha tolto 10 anni di vita. Giuro che stavo per piangere, non l'ho fatto solo perchè mi è rimasto un briciolo di dignità. Ora devo aspettare altri 6 mesi per riavere la lunghezza che avevo. Ma credo che dopo l'esperienza di ieri: 1) non metterò più piede da quella parrucchiera; 2) non vorrò sentire parlare di forbici, tagli, capelli e parrucchieri per almeno un anno.

Domani comincio a dare ripetizioni di matematica ad una ragazzina di scuola media. E' comico se penso che io andavo a ripetizioni a liceo. Però alla fine ho accettato perché non dovrebbe essere complicato con i programmi di scuola media, o almeno così spero. E poi sono in un periodo in cui ho davvero bisogno di moneta.

Oggi ho conosciuto un ragazzo nigeriano, fuori la chiesa dove sono andata a messa. Ci ho parlato un pò, volevo aiutarlo, ha un affitto di 350 euro da pagare ed è senza lavoro. Ma non sapevo come fare. Mi sono sentita impotente. Gli ho solo potuto dare una busta con alcuni viveri per assicurargli almeno un pranzo. E gli ho detto di ritornare domenica prossima. Chissà se lo rivedrò.

E' da alcuni giorni che ascolto Tra passione e lacrime di Emma Marrone. Ebbene sì, ogni tanto anche io cado nel tunnel delle canzoni diabetiche. Però mi piace. Che ci posso fare?

11 commenti:

  1. belli questi post giornalieri!

    RispondiElimina
  2. Mi piace tanto come scrivi e di cosa parli!!! :)

    RispondiElimina
  3. no ma la foto è stupenda!
    per la parrucchiera non disperare, tutte noi donne abbiamo un rapporto di odio/amore/odio con le parrucchiere, non hai idea di quante parrucchiere ho abbandonato perchè hanno tagliato qualche centimetro in più di quello che volevo, poi io fissata come sono con i capelli lunghi, era una tragedia.
    M.

    RispondiElimina
  4. Spero tu lo riveda.
    Poi si impara meglio dai ripetenti ... no?
    Buona settimana con meno capelli :-)
    PaolO

    RispondiElimina
  5. Belle foto.
    Gio'
    http://remenberphoto.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. Questa foto é fantastica!! :D
    Bello questo post i pensieri random!

    RispondiElimina
  7. Il parrucco è sempre un trauma, soprattutto se non riesce come volevi.

    Baci

    RispondiElimina
  8. Ti capisco...io non mi ricordo una domenica che sia una passata sul divano a guardare il nulla televisivo che incombe...
    Ho fotografato un ospite inaspettato sul tuo blog stamattina, dopo passa dal mio XD

    Buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
  9. ciao
    anche io ho un amore per il divano ;-) ahahahah e chi non ce l'ha...
    anche io aspetto che i mesi trascorrano perché ho tagliato i capelli e subito dopo mi sono pentita... non subito subito, ma quando ho scoperto che una coda di cavallo non mi salva quando non ho tempo di piastrarmi o non ho avuto il tempo di sistemarli.... almeno per altri due mesi non credo che sarà possibile legarli.
    le ripetizioni di matematica è un'ottima idea per guardagnare qualcosa ;-)
    la storia del ragazzo nigeriano mi rattrista. ce ne sono molti come lui e non solo nigeriani...
    la canzone di Emma non la conosco... vedò di ascoltarla... ogni tanto una canzone così ci tocca il cuore.... perché noi donne siamo romantiche....

    p.s. ti ho nominata in un post, quello di oggi, per un post a catena.... spero di averti fatto cosa gradita. ciaooooooooooo

    RispondiElimina
  10. Non dirlo a me...Io certe canzoni le ascolterei all'infinito...

    RispondiElimina
  11. Mi piacciono i post "a caso"... un po' meno Emma Marrone! ;)

    RispondiElimina

E ora dimmi cosa pensi...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...